I Pony di Esperia: una risorsa per il nostro Pony Club

Il Pony di Esperia è un cavallino italiano usato in origine come animale da soma e per il traino dei carretti e riproposto oggi come pony da sella per adulti e ragazzi. E’ sopravvissuto all’estinzione grazie alla passione di alcuni allevatori del Lazio che hanno creduto fortemente alla valenza di questo animale, versatile e robustissimo.

Quando sedici anni fa abbiamo deciso di adottare un paio di puledri di questa pony-piccoli-copia-2razza da destinare al  nostro Pony Club non avevamo in mente un progetto di lavoro ben preciso: volevamo salvare un paio di soggetti dall’estinzione, volevamo supportare l’allevamento italiano, volevamo degli animali che fossero proporzionati ai nostri piccoli allievi, volevamo insomma un bel po’ di cose senza avere in realtà le idee completamente chiare.
Avevamo lavorato per anni con pony rustici, piccoli di statura ma decisamente ‘inquartati’: animali dotati di una comoda e larga schiena, ottima per fare turismo equestre ma non del tutto pratica per bimbi dalle corte gambette. Perché dunque non provare un tipo di cavallino più leggero e proporzionato?

Zendar e Barros, i nostri pony di Esperia,  vennero acquistati all’età di sei mesi e sono il frutto di un allevamento brado nelle montagne della Ciociaria: un territorio difficile  in cui  la selezione naturale è durissima e dove i branchi di questi cavallini sopravvivono nonostante la presenza dei lupi che decimano i puledri nei primi mesi di vita;  essendo per questi animali  il contatto con l’uomo  praticamente nullo  emersero da subito i primi problemi di approccio: se caricarli sul camion per portarli a casa era stata un’impresa, fu altrettanto difficoltoso scaricarli e farli entrare in qualche modo in un box;  avvicinarli per accudirli era poi addirittura impensabile: insomma, due mucchi di pelo selvaggi e perennemente terrorizzati!
Zendar-e-MattiPassano gli anni  e la convivenza con altri cavalli in cattività aiuta i nostri pony a superare quella  diffidenza  che inizialmente ci sembrava proprio una loro peculiarità: rivelano anzi un’indole piuttosto tranquilla e mansueta. Fisicamente poi si dimostrano due ‘rocce’: robusti, frugali e con ottimi piedi.

Tre anni è, quasi sempre,  l’età canonica per la doma dei puledri e ci buttiamo a capofitto nell’impresa con tutti gli alti e bassi che questo comporta: a volte ci sembrano perfetti, altre volte dei diavoli, in certi momenti sono in uno ‘stato di grazia’ e fanno i bravi pony da maneggio e in altri sembra che non abbiano nessuna vocazione verso il lavoro…
Come spesso accade la nostra ansia di raggiungere velocemente un qualsiasi risultato ‘proficuo’ ci impediva di capire che il fattore più importante di tutti era il tempo e che ne serviva loro un bel po’ per maturare, elaborare e anche rassegnarsi ad un certo tipo di lavoro. E alla fine il tempo ha appianato tante cose.

Oggi il nostro rapporto di collaborazione con Zendar e Barros è ormai diventato più che solido e loro ci hanno dimostrato la loro versatilità su tanti fronti: sono pony da scuola, fanno turismo equestre, hanno fatto gare di endurance e persino prove di rettangolo e piccoli cross. Occhio a non metter loro fretta, però!

zendar-rettangolo

zendar-cross-002

Vuoi guardare l’album fotografico del nostro allenamento con i Pony di Esperia?
Segui la bacheca I nostri Pony di Esperia: due trekker talentuosi di Circolo Ippico Ospitalazzo su Pinterest.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CtEzhb